top of page

Coaching tra presente e futuro

Se c’è una cosa che il coaching (e un bravo coach) non fa è interrogarsi sul passato.

“E le domande?” Le domande che guidano una sessione di coach sono sul presente e su come ti senti tu ora rispetto a una situazione.

Scavare non vuol dire andare indietro di anni ma darsi delle risposte sulle sensazioni che si provano al momento, scavare è scavare in se stessi. Il passato è passato. Tu vivi nel presente ed è nel presente che prendi decisioni e cresci.

Una volta indagato il presente, il coach ti spingerà avanti con domande sul futuro e, vale la pena ripeterlo, si tratta di interrogativi pratici.

Rimarrai stupito da quello che scoprirai di te e da quello che avrai la forza di fare dopo una sessione.



Sei scettico?

Lo capisco, lo ero anche io. Ma se sono qui per aiutare è perché il coaching mi aiuta. La prima a beneficiarne sono io. E’ da un po’ di sano egoismo che nasce la precisa volontà di aiutare gli altri. Per esempio.

come mi fa sentire dare una mano alle persone a riflettere su se stesse attraverso dei post? Appagata e utile. Nel presente.

Cosa farò per continuare a sentirmi così in futuro? Ho un piano d’azione ben dettagliato, partito tutto proprio da una domanda.


E’ così che funziona: presente e futuro.


Anche perché ti sfido a cambiare il passato ;)



6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Commenti


bottom of page